La linea area

La linea area

In un impianto analogico, la linea di contatto può essere funzionale, permettendo la marcia contemporanea e indipendente di due convogli sullo stesso binario, anche in senso contrario. Ma a questo punto non è meglio pensare al digitale che fa la stessa cosa senza bisogno di dovere stendere una linea di contatto in grado di fornire corrente la pantografo della locomotiva ?  Con tutti i problemi di interruzioni, cablaggi, ecc ? Bisogna anche tenere in conto che nei sistemi a corrente continua, l’alimentazione dalla linea area, non funziona.

Visualizzazione dei problemi causati dall’utilizzo della linea area come alimentazione di una locomotiva. Nella figura a la locomotiva imbocca il circuito a racchetta. Nella figura b la locomotiva non funziona perché alle ruote che alimentano il motore dalla rotaia non giunge corrente.

Quindi, se  non ci non particolari motivi, conviene creare la linea area come elemento puramente estetico.

Palificazione

Pali e linea aerea variano a seconda del paese e quindi vanno acquistati in base al quello cui è ambientato il plastico. Se la linea è solo estetica, pali e cavi di contatto hanno senso solo per la parti visibile del plastico. I pali vanno posati lungo la linea ogni 35-40 cm in scala H0, in curva dipende dal raggio di curvatura.

Raggio di curvatura Distanza pali in Ho Distanza pali in N
22  10,4
 30  12,0
 36  17,0  13,2
 40  17,9  13,9
 45  19,0  14,7
 50  20  15,5
 60  21,9  17,0

Distanza massima tra due pali di linea aerea in curva (valori in cm)

Cavi e pali si possono trovare già pronti per l’uso, ma è preferibile, specie per i cavi, autocostruirsi il tutto. Certi cavi sono preparati per campate da 50 cm, che al passaggio del pantografo, si flettono tropo per mancanza di rigidezza. E’ un lavoro di pazienza, specie la saldatura dei cavi, ma è il risultato è decisamente più funzionale.

Pubblicato il
svg icone