Warning: Parameter 2 to my_smart_search() expected to be a reference, value given in /home/arila634/public_html/ferromodellismo.org/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286
Convogli merce

Convogli merce

Convogli merce

Molto spesso i convogli che trainano carri merci circolanti nei plastici ferroviari, sono composti da carri eterogenei, diversi tra loro. Carri cisterna assieme a carri bestiame, porta auto con carri container ecc. Questa composizione può avere senso quando si riproducono convogli risalenti fino agli anni 60′, dove i convogli merce erano composti da carri diversi tra loro tanto da denominarli ‘collettame’. Tali convogli si fermavano in quasi ogni stazione, sganciavano uno o più carri, magari ne riagganciavano altrettanti per poi ripartire. Era un servizio merci poco efficiente che col tempo è stato dismesso.

Convogli omogenei

Da parecchi anni ormai, la composizione dei convogli merci è molto omogenea. Praticamente tutti i carri sono dello stesso tipo, come carri container, porta auto, cereali e così via. Nei plastici ferroviari quindi non ha molto senso comporre convogli con carri diversi quando nella realtà sono omogenei. Alle volte dispiace dover acquistare carri tutti dello stesso tipo e forse questa è l’unica ‘attenuante’ alla eterogeneità. Ma quali carri scegliere per un convoglio merci attuale ? Ovviamente la prima scelta ricade sui porta container. Il traffico merce è stato rivoluzionato da questo ‘scatolone’ trasportabile non solo dalle ferrovie, ma via mare e via terra con i tir. La sua praticità ha soppiantato quasi ogni tipo di carro.

Interfrigo

Carro frigorifero Interfrigo

Carri container

I carri container trasportano container da 20, 30, 40 e 60 piedi. Le dimensioni sono state studiate per comporre dei moduli ottimali. Un carro merci porta container da 60 piedi, può trasportare 3 container da 20 piedi, 2 da 30, 1 da 60, 1 da 40 ed 1 da 20 piedi. E’ anche grazie alla modularità dei container che ha decretato il loro successo. Oltre ai normali container, ne esistono di tipi speciali, come i container frigoriferi, dove un normale container è dotato autonomamente di un motore di raffreddamento, La praticità ha di fatto soppiantato l’uso dei carri frigoriferi come i famosi ‘Interfrigo’. Anche se meno diffusi, i container cisterna, i cosiddetti container tank, cercano di soppiantare i carri cisterna che però godono ancora di larga diffusione.

porta container

Carro porta container

Carri cisterna

Di solito trasportano oli minerali come petrolio, gasolio e simile. Non sono stati sostituiti almeno per il momento dagli omonimi container probabilmente a causa degli standard di sicurezza che i container non possono garantire, anche perché sempre più spesso trasportano prodotti come gas, difficili da trasportatore se non si adottano particolari misure di sicurezza. I peggiori incidenti in cui sono stati coinvolti treni merci, riguardano proprio dei convogli che trasportavano gas. Ma nei nostri plastici tali problemi non esistono e pertanto un convoglio composto da carri cisterna, gas o petrolio che sia, non stona.

carro cisterna

Carro cisterna

Trasporto auto

Il mezzo più economica per trasportare le auto appena prodotte da un fabbrica verso i mercati di destinazione è proprio la ferrovia. Sempre più spesso la decentralizzazione della produzione automobilistica, fa si che per motivi prettamente economici, gli stabilimenti di un determinato modello d’auto siano distanti dal mercato di commercializzazione. Si creano pertanto dei lunghi convogli composti da carri appositamente attrezzati per trasportare auto. Spesso sono convogli piuttosto lunghi ed ovviamente carichi d’auto. I carri porta auto denominati anche bisarche, possono essere a carrelli come nell’immagine, o avere 2 o 3 assi, di cui uno centrale. Se volete riprodurli sul vs plastico ferroviario, fate attenzione che i modelli d’auto trasportati siano coerenti con l’epoca di riferimento.

bisarca

carro porta auto o bisarca

Eccezioni

In certe situazioni i carri merci possono entrare a far parte di convogli passeggeri, come nel caso delle ferrovie secondarie a scartamento ridotto, dove non è inusuale vedere un carro merce, generico, agganciato in fondo al convoglio. Esistono anche i treni navetta che trasportano le auto attraverso i tunnel alpini, composti da carri porta auto. Alle volte questi convogli coprono lunghe distanze e per questo motivo sono composti anche da carrozze passeggeri.

 

Pubblicato il
svg icone